Qualche parola

Su di me

vai oltre i tuoi concetti mentali

"io sono": due parole che esprimono qualcosa oltre il "chi io sono"

Inizierò col dirti chi non " io sono"

Ciao, mi chiamo Antonio Regazzoni e qui voglio dirti chi sono, o meglio… che “Io Sono”… e se mi seguirai scoprirai che c’è una grande e profonda differenza nel modo che intendo nell’usare questa, che pare una semplice preposizione .

Beh ti dirò qualcosa di me, non tutto perché dovrei scrivere almeno un migliaio di pagine, che dico migliaia, milioni di pagine, anzi, ancora di più, almeno dieci…  e non penso tu abbia tutto questo tempo…:)

Se però sei curioso e vuoi sapere proprio tutto di me, ma proprio tutto, beh, lasciami un messaggio e scriverò tutto.. 🙂

Ok, bando agli scherzi e torniamo seri… Si certo io devo tornare serio, tu lo eri già…

Bene…

Innanzitutto sono quello della foto qui, e ho deciso di creare questo sito prima di tutto per passione e perché mi piace scrivere.

Alla data attuale ho un romanzo pubblicato “BAMBOLA DI PEZZA” ,  e ne sto scrivendo un secondo. Mi piace scrivere anche poesie.

Ma non sono qui principalmente per questo.

Per cosa?… ah si certo…ora te lo dico.

Immagine di Antonio Regazzoni
cambiamenti di vita e di prospettiva

da imprenditore quasi completamente perso nel lavoro a educatore e ricercatore di tecniche di rilascio emozionale e non solo

per molti anni solo imprenditore quasi completamente assorbito dal lavoro e da tutto quel che ne consegue. poi un cambiamento radicale di rotta e di prospettiva. la vita insegna sempre! la confusione e sofferenza iniziale si trasformano, da sentiero irto e intricato, in paesaggi sempre più suggestivi e spaziosi.

Nel 2007 mi sono reso conto che la vita che stavo vivendo non mi rendeva felice, non mi realizzava e quindi ho iniziato a curiosare in giro e a cercare come potevo migliorarmi.

Da quel momento ho intrapreso una ricerca di crescita personale che mi ha portato a frequentare diversi corsi e ad acquisire conoscenze e consapevolezze che non immaginavo nemmeno potessero esistere.

PNL, Cervello Quantico, Four Voice Colors, EFT, Ho oponopono, Il Potere di Adesso… sono alcuni dei corsi e delle consapevolezze che ho acquisito. Ho iniziato anche a leggere libri sugli argomenti più disparati che mi hanno arricchito enormemente.

Libri di autori come Eckart Tolle, Anthony Robbins, Paul McKenna,  Roberto Re, Livio Sgarbi, Deepak Chopra, Joe Vitale, Rhonda Byrne, Roy Martina, Wayne W. Dyer, Erich Fromm, Dale Carneige, Allan Pease, Barbara Pease, Ciro Imparato, fino a Paulo Coelho autore di romanzi che mi hanno aiutato molto e di cui ne parlo QUI.

Altri Orizzonti

Mi sono avvicinato al mondo della finanza e di internet, argomenti che fino a quel momento credevo lontani anni luce da me, pensavo infatti  che fossero mondi solo per menti “fuori dal comune” e anche qui ho partecipato a corsi:  come Intelligenza Finanziaria di Roberto Pesce, Mente Milionaria di T. Harv Eker o Svoltiamo di Luca Datteo e ho conosciuto persone come Robert T. Kiyosaki e Napoleon Hill
No, questi ultimi, non di persona ..  ma attraverso i loro scritti.

Durante questo periodo la mia passione per la scrittura ha preso forma ed ecco che il mio primo romanzo, da pura idea, è diventato realtà.

Ho operato per più di 15 anni, come educatore, con gruppi di adolescenti e giovani.

Questa un’esperienza che mi ha donato moltissimo.
Mi ha fatto capire che mi sentivo molto più appagato profondamente nell’aiutare le persone che nel fare l’imprenditore

Il salto quantico

 Ma è stato in questi ultimi 9 anni che ho fatto le scoperte e le esperienze che mi hanno fatto crescere in maniera esponenziale.

Una profonda crisi esistenziale, mi ha fatto prendere consapevolezza che dovevo uscire dalla mia zona di comfort per vivere in modo più profondo e consapevole.
Non è stato facile!

Paure di ogni tipo, sensi di colpa, difficoltà da superare che parevano insormontabili, giudizi poco lusinghieri di persone che mai avresti immaginato, sono solo alcune delle prove che mi sono trovato a dover superare. 
Di colpo sembrava che il mondo fosse diventato un luogo ostile e pericoloso.
Ho fatto errori?

Oh si… un sacco di errori. Mi sono “sbucciato” le ginocchia parecchie volte. Mi sono trovato sul punto di abbandonare tutto, altrettante. Mi sembrava di essere dentro una tempesta senza più via d’uscita, senza possibilità di salvezza. Un povero naufrago in mezzo a venti e intemperie che soffiavano da ogni dove, aggrappato ad una barchetta sgangherata e sul punto di affondare ad ogni momento.

Eppure, quando oramai mi sentivo senza più forze, senza più via d’uscita, qualcosa dentro di me mi diceva di non mollare, di continuare a cercare con quel poco che mi rimaneva.
E non ho mai smesso di cercare, di sperimentare nuove “terre”, di cercare nuovi lidi. (L’elenco che ho fatto all’inizio sono alcune delle ricerche che ho fatto)

Alla fine ho trovato.

Scoprire che la sofferenza è un’illusione è stato uno shock e una liberazione.
Uno shock perché voleva dire che tutto quel dolore che avevo vissuto e che credevo causato da chissà chi, me l’ero creato da solo. 
Una Liberazione perché ora conoscevo e conosco la strada per smettere di soffrire e vivere la vita che desidero.

Significa che ora ci sono solo rose?
No… ma le spine non sono più un problema.
So anche di essere diventato un’altra persona, con una consapevolezza completamente nuova e con una nuova e più ampia visione della vita e di ciò che significa vivere.
 

Share

Iscriviti adesso qui

Inserisci i Tuoi dati qui sotto e ricevi contenuti 100% gratuiti.